Tre asana veloci da fare dopo la corsa.

Tre asana veloci da fare dopo la corsa.

Prova queste tre asana veloci subito dopo la tua corsa per dare sollievo alle gambe.

Appena finito di correre, o quando arrivi a casa, esegui queste posizioni derivate dallo yoga: l’ obiettivo è quello di allungare bene i muscoli delle gambe e di sciogliere le articolazioni. Lo yoga è fantastico per i runner perché favorisce rilassamento del corpo e previene gli infortuni (ne ho scritto qui se vuoi saperne di più). Questi brevi esercizi sono studiati per stretchare i quadricipiti, la schiena e le anche.

Posizione del cane a testa in giù- Adho mukha svanasana:

La Posizione del cane a testa in giù è perfetta per distendere bene la schiena, molto sollecitata durante le corse lunghe, e il tratto cervicale. Dobbiamo cercare di non sollevare i piedi da terra in modo da allungare bene i bicipiti femorali. Possiamo eseguire poi uno stretching dei polpacci piegando e stendendo le gambe. Lo spostamento laterale dei piedi, invece, è molto utile per sciogliere l’ articolazione della caviglia, un vero punto dolente per i runner.

 

Mandala con le gambe:

Per sciogliere l’ articolazione delle anche è molto utile creare dei mandala con le gambe, ovvero dei cerchi. Per una versione base possiamo farlo partendo da una posizione a quattro zampe, se invece vogliamo osare un pò di più eseguiamo un cane a testa in giù e poi stendiamo la gamba verso l’ alto. Cerchiamo di allungarci bene e disegniamo almeno tre cerchi immaginari.

 

Posizione della mezza rana- Ardha Bhekasana:

Quella che vi propongo è una versione un pò semplificata della Posizione della mezza rana e vi sarà d’ aiuto per stretchare in modo profondo i quadricipiti e la schiena. E’ un’ asana da tenere almeno per tre respiri, cercando di portare il piede più vicino possibile ai glutei.

Lascia un commento